Navigazione veloce

375 – Criteri per la valorizzazione del merito dei docenti e relativa scheda di autovalutazione

Criteri per la valorizzazione del merito dei docenti e relativa scheda di autovalutazione

Tradate, 15 GIUGNO 2018                                 

ANNO SCOLASTICO 2017/’18

AI DOCENTI INTERESSATI

p.c. DSGA

LORO SEDI

CIRCOLARE DELLA DIRIGENZA N. 375

 

Oggetto: Criteri per la valorizzazione del merito dei docenti e relativa scheda di autovalutazione

 

Con la presente si trasmette in allegato la scheda approvata dal Comitato di Valutazione nella seduta del 19.05.17 relativa ai “Criteri generali per la valorizzazione del merito docenti” ai sensi della L. 107/15.

Ale fine di facilitare la procedura di identificazione dei destinatari del bonus, si invitano tutti i Docenti a tempo indeterminato, titolari presso la nostra scuola, a compilare la scheda di autovalutazione allegata alla presente.

Si ricorda, come evidenziato in Collegio dei Docenti, che ciascuna attività, indicata nella sezione “evidenze e riscontri”, va attribuita una sola volta e ad un solo descrittore.

La scheda può essere consegnata in formato cartaceo o inviata via email alla segreteria amministrativa dell’Istituto entro il 30/06/2018.

 

Il Dirigente Scolastico

Dott. Vincenzo Mita

Firma apposta ai sensi dell’art.3 c.2 D.Lgs. n.39/93

 

CRITERI GENERALI PER LA VALORIZZAZIONE DEL MERITO DEI DOCENTI (L.107/15)

Dichiarazione sostitutiva di certificazione (art. 46 DPR N. 445/2000)

Docente incarico T.IND. nome_________________  cognome  ______________

Classe di concorso

 

 

Area Legge 107 – comma129

 

 

Descrittori

 

 

Evidenze e riscontri

 

 

 

 

 

 

 

No

 

 

 

 

 

Riservato al DS

 
a)      Qualità dell’insegnamento e del contributo al miglioramento dell’istituzione scolastica, nonché  del successo formativo e scolastico degli studenti

 

 

1.Il docente innova le proprie competenze professionali partecipando ad attività di formazione e/o di aggiornamento (almeno 20 ore).

 

 

 

 

 

 

       
2. Costruzione/utilizzazione di strumenti di apprendimento innovativi ed efficaci contro la dispersione scolastica, per l’inclusione, per la costruzione di curricoli personalizzati.  

 

 

 

 

     
3. Attenzione particolare nel curare la relazione con le famiglie per garantire il successo formativo degli studenti e favorire la partecipazione dei genitori alle attività dell’istituto        
       
  4. Uso delle ICT sia nell’insegnamento della materia sia come supporto del ruolo professionale

 

 

 

 

     
5. Utilizzo curriculare della didattica esperienziale anche finalizzata alla partecipazione a progetti e/o concorsi.        
 

Area Legge 107 – comma129

 

Descrittori

 

 

Evidenze e riscontri

 

 

 

No

 

 

 

Riservato al DS
b)         Risultati ottenuti dal docente o dal gruppo di docenti in relazione al potenziamento delle competenze degli alunni e dell’innovazione didattica e metodologica, nonché della collaborazione alla ricerca didattica, alla documentazione e alla diffusione di buone pratiche didattiche

 

1. Attivazione del rinnovamento didattico e metodologico connesso al Piano di Miglioramento dell’Istituto.  

 

 

     
2. Uso di strumenti valutativi adeguati a rilevare lo sviluppo di competenze (rubriche di valutazione, compiti di realtà…).          
3. Partecipa a gruppi di lavoro che raccolgono, predispongono e condividono materiali da mettere in rete con i colleghi o validati da soggetti esterni (ad es. dossier monografici, prove di verifica standard, test, unità di apprendimento, ecc.).  

 

 

 

 

 

 

       
4. Uso di ambienti di apprendimento innovativi, in particolare la piattaforma moodle del registro elettronico Mastercom  

 

 

       
5. Adesione al modello di insegnamento cooperativo finalizzato alla diffusione delle buone pratiche anche sul piano informatico e/o della metodologia CLIL.  

 

 

 

 

       
 

Area Legge 107 – comma129

 

Descrittori

 

Evidenze e riscontri

 

 

 

No

 

 

 

 

Riservato al DS

c) Responsabilità assunte nel coordinamento organizzativo e didattico e nella formazione del personale 1. Assunzione di compiti di responsabilità e di coordinamento di attività organizzative e didattiche all’interno dell’Istituto.  

 

 

     
  2. Incarichi di rilievo in attività di progettazione, nell’ambito di programmi nazionali ed europei.  

 

 

     
  3. Rapporti con enti, associazioni, altri Istituti scolastici, attraverso relazioni e collaborazioni che esulano da quelle proprie dell’organigramma dell’Istituto, in coerenza con PTOF.  

 

 

 

 

 

     
  4. Assunzione e gestione, secondo i tempi stabiliti, di responsabilità nella realizzazione degli obiettivi di sviluppo che la scuola si è data attraverso il PTOF e il Piano di Miglioramento e nel controllo dei relativi processi.        
  5. Assunzione e adempimento di compiti connessi a ruolo di tutor dei docenti neoimmessi.